L’arte della giovane designer da un piccolo laboratorio alle grandi riviste di moda

Milano – Lora vive di colori. Nell’atelier di Milano dove ogni giorno li assembla per costruire gioielli l’arte esplode dappertutto. Le pareti bianche sono arredate da quadri surrealisti e collage che disegnano modelle in posa; sul tavolo una schiera di soldatini di carta divide lo spazio con aghi, pinze, bottoni, perle di ogni forma e colore, pezzi di stoffa, bozzetti, tavolozze e pennelli.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_10Quando l’occhio cade su una scatola di cartone appoggiata su una pila di libri e riviste, si perde a ripercorrere le trame di sottili fili di acciaio che tengono uniti piccoli oggetti di uso quotidiano: tubetti del dentifricio, vasche da bagno, lavatrici, orologi, saponi, valigie, specchi, guanti da forno, patatine fritte, caffettiere e mappamondi.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_13
Lora Nikolova li mette insieme per realizzare spille e collane “pop” che hanno già fatto il loro debutto su note riviste e cataloghi di marchi italiani di moda.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_03 Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_04Ho conosciuto questa giovane designer lo scorso maggio a Firenze, durante la mostra “Artigianato e Palazzo” a Giardino Corsini. Con altri nove artigiani selezionati per la sezione “Blogs&Crafts“, dedicata ai creativi emergenti under 35, mostrava dal vivo il suo lavoro ed esponeva i bijoux che la stanno rendendo famosa.

Collane e spille in cui molti vedono tracce di Mirò ma che lei definisce frutto di una sua “estetica interiore“.
Storiedichi_Lora_Nikolova
“Vedo i gioielli come installazioni, veri e propri abiti a cui si aggiungono altri abiti”, mi spiega. “Mi piace lavorare su misura: quando mi chiedono di abbinare una collana a un abito mi sento realizzata. La personalizzazione è la materia prima di un creativo”.

Ed è vero: i bijoux di Lora Nikolova (www.lora-nikolova.com) vestono la persona ancora prima dell’abito e, non a caso, la designer sta lavorando a una collezione di “maglie” fatte di perle e di materiali che utilizza abitualmente per le sue collane: vetro, cristalli, pietre semipreziose, plastica e metallo, fino a elementi di carta pesta. Nella sua collezione ci sono gioielli realizzati addirittura con lampadine, pesci e campanelli.

Storiedichi_Lora_Nikolova_18Lora vive a Milano da una decina d’anni, ma è nata e cresciuta a Sofia, in Bulgaria. Dopo la laurea in scenografia teatrale all’Accademia di Belle Arti della sua città è arrivata in Italia per proseguire gli studi. “Nel 2008 mi sono laureata per la seconda volta all’Accademia di Brera: lì mi sono specializzata in scenografia cinematografica e televisiva”, racconta.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_01

La scenografia accompagna tuttora il mio lavoro soprattutto nell’arte figurativa che, devo ammetterlo, ho un po’ abbandonato per i gioielli.

Storiedichi_Lora_Nikolova_05I suoi quadri, appesi alle pareti, sono stati presentati in mostre collettive fra cui Luoghi Diversi a Palazzo Terragni/Lissone e RassegnaInternazionale dell’Arte Contemporanea Report 23 al Museo Scalvini di Desio. “Mio padre mi chiede spesso quando tornerò a dipingere: succederà, prima o poi”, dice Lora. Il suo percorso formativo nella moda  l’ha portata a collaborare con Jil Sander, Burberry e Versace. Nel campo delle arti applicate ha fatto esperienza con la sartoria Brancato di Milano, dove ha realizzato elementi di costumi teatrali e maschere di cartapesta per spettacoli rappresentati in tutto il mondo.
Ma la sua passione si esprime nei bijoux.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_11
“Ho fatto esperienza lavorando come designer di “faux bijoux” allo studio di gioielli Poma e ho esposto le mie creazioni in mostre come “Debustibus” con Caterina Crepax e altre artiste”, spiega.

Ho sempre realizzato gioielli per hobby e dopo varie esperienze lavorative ho deciso di trasformare la passione in un lavoro. Non è facile, i sacrifici e la perseveranza sono indispensabili ma l’appagamento e la soddisfazione aiutano a superare gli ostacoli.

Lora Nikolova trova la sua ispirazione nella natura e nel paesaggio metropolitano: “Quando cammino per le strade mi imbatto in straordinarie combinazioni di forme e colori che cerco di riprodurre nella mia arte”, dice.
Storiedichi_Lora_Nikolova_26

I colori sono la mia vita. Mi danno gioia e non potrei farne a meno.

Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_06
Quando le chiedo quale sia stata la sua più grande soddisfazione da quando ha iniziato a dedicarsi ai bijoux, mi risponde: “È stato vedere la musicista Victoria Terekiev indossare una delle mie collane alla rassegna Piano City di Milano. È una pianista metà bulgara e metà italiana: il fatto che mi abbia cercato per indossare una mia creazione è stato come ritornare un po’ a casa mia, con tutto quello che l’Italia mi ha dato e mi continuerà a dare”.
Storiedichi_Lora_Nikolova_wm_07

Per informazioni sul lavoro di Lora Nikolova (www.lora-nikolova.com), si può contattare T-Teresa La Fosca Public relations & Press office: http://www.teresalafosca.com/