Il mondo in pillole di Sandra Zagolin/parte 1

Viaggio perché non riesco a stare ferma, perché voglio conoscere, scoprire, andare dove non va nessun altro. La fotografia è la mia compagna. Insieme maciniamo tanti chilometri e incontriamo tante persone: mi piace scoprire le loro storie guardandole negli occhi, seguendole nella loro vita quotidianità, facendo un po’ miei i loro sentimenti.

Quel bambino mi ha guardata

Ho scattato questa foto in Australia, nelle Tiwi Islands, a Nord di Darwin. Sono isole che fino a pochi anni fa erano difficili da raggiungere e poco conosciute. Ci sono arrivata in barca, assieme ad altri viaggiatori, per visitare un’isola in cui c’era un laboratorio artigianale di tessuti.

Quando sono scesa, mi sono trovata in un mondo sconosciuto, interessante, pieno di volti mai visti: uno più bello dell’altro. Quel bambino aborigeno mi ha guardata, l’ho seguito, ho scattato questa immagine. E sono stata subito ripresa dalla guida, che mi ha indicato una macchina della polizia poco più avanti.

Rischiamo il carcere, sia io che te. Qui è vietato fotografare“, mi ha detto. Sono riuscita a scattare solo un’altra foto, che custodisco come un piccolo tesoro.

Storiedichi_Sandra_Zagolin_fotografa

Rimani ferma così, vado a prendere la macchina

Ho scattato questa foto a Melbourne, a casa di Mary, la signora che mi ha ospitata per un mese e mezzo in questa meravigliosa città. Era una bellissima giornata di sole e lei, che ama moltissimo leggere (legge di tutto: romanzi, riviste, libri di cucina…), era fuori in giardino a sfogliare pagine. Ho pensato di andare in cucina a prepararle qualcosa da mangiare: quando sono uscita l’ho trovata così!

Sono riuscita a dirle solo: “Non muoverti“. Ed ecco lo scatto.

Storiedichi_Sandra_Zagolin_fotografa

Ti presento mia madre: ha girato cinque continenti in bianco e nero

E qui ritroviamo di nuovo Mary: è davvero una delle donne più incredibili che io abbia mai conosciuto. In questa immagine ha 88 anni e mi sta invitando a guardare un po’ di foto di sua madre.

Immagino di vedere le classiche foto d’epoca con le signore messe bene in posa, invece Mary mi mostra le foto che sua mamma, un secolo prima, ha scattato nei cinque continenti.
Buon sangue non mente!

Storiedichi_Sandra_Zagolin_fotografa

Finire la giornata in sella a una renna

Tsetsecarow è il nome di una bellissima bambina che vive in Mongolia, nella taiga siberiana, qui la vedete in sella alla sua renna. Ho scattato questa foto al tramonto, mentre stava riportando a casa la sua renna dopo aver trascorso la giornata al pascolo. Ho vissuto con questa bambina nomade e la sua famiglia per tre giorni, in Mongolia.

Grazie a loro ho apprezzato la bellezza di un tempo che scorre lento e che fa assaporare il bello dei colori e della natura.

Storiedichi_Sandra_Zagolin_fotografa