Dalla laguna alla montagna, dal mare alla città, 10 piccoli mondi da esplorare con Storie di chi

#1 A Vicenza le immagini di Linda Scuizzato per Women for Freedom, scattate fra Nepal e India

Vicenza – Due viaggi, due Paesi, tanti volti femminili e altrettante storie trasformate in un toccante racconto visivo per capire come ci sente nei panni di donne, bambine e ragazze che combattono ogni giorno per la loro libertà. La mostra fotografica di Linda Scuizzato vi aspetta alla Libreria Galla di Vicenza.
Linda_Scuizzato_Nepal_08
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#2 Nel laboratorio di Roberto, l’operaio metalmeccanico innamorato dei violini

Casale di Scodosia – Roberto Montagna ha una doppia vita. Di giorno è un operaio metalmeccanico, di sera un liutaio. Metallo e legno sono due mondi opposti, richiedono due approcci diversi, due cervelli diversi. Siamo a Casale di Scodosia, nella cosiddetta “Bassa Padovana”. Nel cortile di casa, Roberto Montagna ha tirato su una casetta di legno per avere un angolo tutto suo in cui costruire violini.
Storiedichi_Roberto_Montagna_liutaio_wm_11
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#3 Paolo Cugildi, custode di vipere, pipistrelli e funghi sul Monte Baldo

Ferrara di Monte Baldo (Verona) – Se cercate “Malga Natura” su Google non troverete nessun sito web a descriverla. Il suo gestore, Paolo Cugildi, pensa che sia questo il segreto del suo successo. “Qui vengono solo persone appassionate di montagna, curiose di conoscere il mondo dei serpenti, degli uccelli e dei funghi”, racconta fra i suoi capanni di legno a Ferrara di Monte Baldo.
Malga Natura Monte Baldo
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#4 La storia di Gianna, da Malga Canali al suo rifugio di vita

Sullo sfondo non ci sono più le Pale di San Martino, ma un bosco che aiuta l’ispirazione. Sulla carta Gianna Taverno ha aperto un bed&breakfast con suo marito Cornelio, ma chiamarlo solo “b&b” ne raffredda l’atmosfera. A noi piace descriverlo come un nuovo rifugio di vita che ama condividere con gli altri.
storiedichi_camin_che_fuma
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#5 Ad Alberobello, nella tecnologica boutique vintage di Nicola Pugliese

Alberobello (Bari) – Un noto motto di Stendhal dice: “Nulla rende lo spirito angusto e geloso come l’abitudine di fare una collezione”. Alla sentenza del celebre scrittore francese sfuggono quei rari collezionisti generosi che, pur compiacendosi del loro tesoro, trovano viva soddisfazione nel condividere la visione delle loro raccolte.

Fra questi arguti amatori c’è il signor Nicola Pugliese, un mansueto commerciante di Alberobello, in provincia di Bari. Ma la storia di Nicola non appartiene agli artigiani della pietra locale, né si distingue fra i fortunati ristoratori di cucina tipica, ormai meta di gourmet appassionati. Nicola gestisce un piccolo negozio di elettrodomestici, ed è fra coloro che resistono alla concorrenza dei grandi magazzini.
Negozio elettrodomestici Alberobello
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#6 Limosa, trent’anni al servizio della sostenibilità nella laguna di Venezia

Venezia – Mettere le proprie conoscenze al servizio degli altri, credere in un’idea e nella forza di un gruppo, superare la crisi investendo in nuovi progetti. In questo articolo vi parliamo della storia della cooperativa di guide ambientali Limosa e del suo marchio Slow Venice, nato a Venezia per proporre al turismo una valida alternativa alle visite mordi e fuggi in centro storico. Troverete sicuramente qualche originale idea di viaggio per le vostre vacanze natalizie!

Limosa_Slow_Venice_storiedichi_07

Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#7 Il museo di Mezzano di Primiero che racconta la vita di allora, fra agricoltura, montagna e devozione

Mezzano – Mezzano si trova nella valle di Primiero, in provincia di Trento, ed è uno dei borghi più belli d’Italia, famoso per le cataste di legno artistiche che abbelliscono il centro storico. In questo borgo magico, la tradizione, la storia e un po’ di nostalgia per i ritmi lenti della vita rurale alimentano la passione, gli interessi e i sentimenti di molti abitanti, che con grande dedizione tengono viva la memoria storica del borgo.

Una di loro è Mary Orler Orsingher, che ha ristrutturato il fienile di famiglia per trasformarlo in un museo dedicato alla vita rurale, all’allevamento del bestiame e alla coltivazione dei campi che, fino al sopravvento dell’edilizia dopo la grande alluvione del 1966, costituivano l’economia di Mezzano e del Primiero. Il fienile-museo si chiama “Tabià del Rico“, cioè “Il fienile di Enrico”, dedicato al papà di Mary.
storiedichi-visitare-mezzano-trentino

Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#8 Francesco Valma, l’ultimo disegnatore della vita popolare di Venezia

Venezia – In Piazza San Marco splende il sole, uno stormo di gabbiani vola verso San Giorgio e un signore anziano, gobbo e in ciabatte, versa acqua e anice in un bicchiere di vetro. Il suo cliente ha l’aria assetata, è un ambulante – un robivecchi – che beve l’acqua tutto d’un fiato, mentre una mamma ne offre un sorso alla sua bambina e due anziani, sullo sfondo, si parlano con dolcezza.
Quante storie e quanta vita nel racconto tracciato a china da Francesco Valma, continuatore, dopo il pittore Gaetano Zompini, della tradizione settecentesca nella storia del disegno popolare a Venezia.
storiedichi_francesco_valma_venezia_04
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#9 Nella valle da pesca dove la luce ricorda il bello della vita in laguna

Cavallino Treporti – Sembra impossibile, ma ci sono luoghi in cui non si deve correre. Semplicemente perché non ce n’è bisogno, se non per immortalare un tramonto o il battito d’ali di un airone. Valle Sacchetta è uno di questi: è un immenso labirinto di argini e barene in cui il tempo scorre silenzioso, non mette fretta e si trasforma in ossigeno per chi sceglie di trascorrere qui qualche giorno, lontano da tutto e da tutti.

Qui, Achille Scarpa ha ridato vita a un’antica valle da pesca, dove alleva esclusivamente pesce biologico di laguna.
Storiedichi_Valle_Sacchetta_Venezia_wm_07
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.


#10 “Restauro carrozze d’epoca”. Enrico Guanziroli e un’insolita passione diventata mestiere.

Vighizzolo di Cantù (Como) – Nell’affascinante universo delle attività manuali, ce ne sono alcune difficili persino da immaginare. Fino a quando non si incontrano persone come Enrico Guanziroli, che da più di trent’anni restaura carrozze d’epoca.

Il suo laboratorio si trova a Vighizzolo di Cantù, un paese in provincia di Como, nel cuore della Brianza, capitale italiana del legno e del mobile di lusso.
restauratore-carrozze-italia
Clicca qui per leggere la storia e trovare le informazioni.