Una nuova performance di Teatro in Bottega nello storico negozio di pellicceria a Venezia

Venezia – Il progetto veneziano “Teatro in Bottega“, di cui vi abbiamo in questo post, giunge alla sua sesta tappa e continua nel suo percorso di valorizzazione delle attività commerciali di Venezia, del vivere quotidiano, della tradizione e delle attività culturali.

L’appuntamento è per il 30 gennaio alle ore 16.00 – 16.30 – 17.00 – 17.30 – 18.00 – 18.30 – 19.00 nel negozio di pellicceria Caberlotto, San Marco 5114.

Performance 0.6: Madame Venise – Una signora da salvare

Per aprire il 2017 Teatro in Bottega ha scelto due luoghi storici come protagonisti. Parliamo dello storico locale veneziano Harry’s Bar – dichiarato patrimonio nazionale nel 2001 dal Ministero dei Beni Culturali e rinomato per la sua clientela intellettuale e aristocratica e reso leggendario per la frequentazione dello scrittore Ernest Hemingway – e Caberlotto, da un secolo attivo a Venezia e nel settore della pellicceria a due passi da Rialto.
Storiedichi_teatro_in_bottega_venezia
Arrigo Cipriani, patron di Harry’s Bar, ha accettato di essere attore per un giorno nel video di lancio di questa tappa, considerato l’inizio della performance “Madame Venise – Una signora da salvare” e la storia continua da Caberlotto, dove, dove un giovane James Bond si mostrerà alle prese con una missione impossibile: salvare una meravigliosa ragazza di cui è perdutamente innamorato.

Ecco il video di presentazione:

La giovane ragazza di cui è innamorato James Bond è la città di Venezia, interpretata dall’attrice veneziana Gaia Zitti. Da Caberlotto ci saranno però anche altre città d’Italia, come Roma, Milano, Firenze, Palermo, Napoli che hanno subito una sorte simile a quella di Venezia, e sono state dunque “comprate” da un magnate straniero insensibile e capriccioso che avrà il volto del regista Mattia Berto.
storiedichi_teatro_in_bottega_venezia
Il destino di Venezia è nelle mani del giovane 007, che avrà il volto di due attori. Per il video, l’interprete è l’attore Mario Scerbo, attivo soprattutto nel mondo del teatro vantando collaborazioni con nomi importanti come Giorgio Albertazzi, Massimo Ranieri e Giancarlo Sepe ma con uno sguardo verso il teatro di ricerca. Negli ultimi anni concede il suo talento anche alla televisione, occupandosi anche di produzione e casting.

Da Caberlotto, a vestire i panni di James Bond, è invece Filippo Quezel: diplomato al Teatro Stabile del Veneto, ha lavorato per il teatro con Andrea De Rosa, Francesco Niccolini e Babilonia Teatri, invece per il cinema con Mirko Locatelli.

Per ricordare gli obiettivi del progetto

Teatro in Bottega nasce dall’incontro tra il regista Mattia Berto, che da anni svolge una ricerca sulle città e sui luoghi del quotidiano, e la fotografa Giorgia Chinellato, attenta sperimentatrice dell’animo umano. Il progetto vuole abitare i negozi e le botteghe dei centri storici con azioni performative con l’obiettivo di fondere saperi e mestieri, far incontrare artisti e clienti spettatori valorizzando i luoghi del fare come nuovi palcoscenici di incontri. Gli artisti coinvolti saranno attori, danzatori, videomaker e sound-designer, con i quali costruire di volta in volta eventi site-specific nell’ottica di realizzare una nuova mappa delle città attraverso chi le vive.

Note di regia

Il martellante eco internazionale che grida ad una città in pericolo mi ha fatto pensare a questa tappa di Teatro in Bottega. Una donna bella, bellissima, della quale si innamora un immaginario Jeans Bond ma della quale sono innamorati tutti. Oggetto del desiderio da difendere, da proteggere, da salvare. Nel gioco folle e surreale della svendita dei centri storici e delle loro bellezze è facile pensare a un nuovo mecenate che parla in modo strano e che, senza paura, compra e svende Venezia, così come Firenze, Roma, Palermo e la nostra Bella Italia. Un gioco dove la realtà viene estremizzata attraverso il teatro e il video ma che vuole lanciare un grido dall’allarme. Siamo tutti complici di questa missione: Madame Venise, una signora da salvare.

Credits

Da un’idea di Mattia Berto e Giorgia Chinellato
Regia di Mattia Berto
Foto e grafica Giorgia Chinellato
Video Giuseppe Drago
Organizzazione Claudia Capodiferro Associazione Mpg.cultura www.mpgcultura.it www.teatroinbottega.com

Informazioni e prenotazioni

Giorno della performance
Lunedì 30 gennaio 2017
Orari:
16.00 – 16.30 – 17.00 – 17.30 – 18.00 – 18.30 – 19.00
Sede
Caberlotto – San Marco 5114

Per prenotare si può chiamare il numero 329 8407362 oppure scrivere a info@mpgcultura.it